I giorni dopo le festività natalizie sono spesso pieni di sensi di colpa.

È giusto concedersi una pausa per ripartire più carichi dopo le feste e, se la bilancia segnerà qualche chilo in più, niente paura sono liquidi, dovuti a pasti saporiti o particolarmente abbondanti.

Come “recuperare” gli extra dei giorni di festa?

Tornando alle sane abitudini, più che controllare il proprio peso. Ecco allora che diventa necessario depurare l’organismo. Per poterlo fare al meglio bisogna, però, innanzitutto depurare il fegato.

Il fegato è un organo importantissimo per l’organismo perché interviene nel corretto metabolismo degli alimenti, dei farmaci, è coinvolto nella detossificazione di scorie metaboliche e tossine, produce la bile, indispensabile per la digestione dei grassi, è responsabile della sintesi del colesterolo, sostanza che partecipa alla produzione di alcuni ormoni e della vitamina D, oltre ad essere un costituente essenziale delle membrane cellulari, è la sede principale della conversione dell’ormone tiroideo T4 in T3.

Lo stress e le cattive abitudini, soprattutto quelle alimentari, possono metterne a dura prova la sua funzionalità. In condizioni normali, il fegato è l’unico organo dell’organismo in grado di trattenere le tossine evitando che esse entrino in circolo.

Si ad un’alimentazione ricca di fibre e probiotici con pochi zuccheri raffinati, cibi industriali, precotti, conservati (con molto sale, zucchero e grassi), affettati (ricchi di additivi e glutammato), alcool (e anche il fumo), latticini, carne rossa, burro, margarina.

Disintossicarsi dopo le feste

È bene, magari, prediligere alimenti che hanno una maggiore funzione depurativa, per sostenere il fegato e i reni con alimenti ricchi in vitamine A, E e C e di Ferro e Zinco, quali i carciofi, i limoni, le crucifere, la cicoria, il tè verde, i semi di lino, il cardo mariano, le mele ed i finocchi, ad esempio. In uno stile di vita salubre, il consumo delle crucifere stagionali (cavolo, verze, broccoli ecc..) comporta l’assunzione di micronutrienti capaci di innescare la secrezione endogena di potenti agenti antiossidanti ad azione detox.

Riduciamo o eliminiamo il consumo di sale sostituendolo con spezie dalle proprietà benefiche come peperoncino, zenzero, curcuma.

Introduciamo tisane depurative quali:

  • Tisana a base di tarassaco, preziosa per depurare il corpo.
    • Tisana a base di finocchio o carciofo: utilissima per stimolare e facilitare la digestione.
    • Tisana a base di cardo mariano. Non dissimile dal carciofo, questa pianta ha un simile effetto diuretico.
    • Tisana allo zenzero. La radice può supportarci anche nel corso della dieta detox: infatti, la tisana a base di zenzero ha molte proprietà benefiche a tutto tondo per l’organismo.
    • Tè alla menta. Ricco di vitamine C, A e D, la menta contribuisce alla depurazione dell’organismo agevolando la digestione e agendo per eliminare le tossine in eccesso.
    • Tè verde. Questa bevanda svolge una duplice funzione: da un lato, è un concentrato di antiossidanti, dall’altro stimola il metabolismo.

Disintossicarsi dopo le feste

Però questo non basta! Digiuno Intermittente, Deficit Calorico, esercizio fisico, sono strategie obbligate per poter ottenere risultati positivi. Inoltre, un valido aiuto è facilmente riconoscibile in integratori ad azione depurante e drenante dei liquidi, che favoriscano l’eliminazione delle tossine organiche, Diuretic, o in una supplementazione giornaliera di Citrus, particolarmente ricco di sinefrina che supporta il metabolismo ed ha un’azione termogenica.